deco image
Home » Dipartimento » Notizie del Dipartimento »

Ingegneria Gestionale e snellimento della produzione di navi da crociera: finanziato il progetto ALSO 4.0 (Automated Laser Scanner Operations)

11/05/2020 - segnalato da PIETRO ROMANO
Il DPIA è partner del progetto di ricerca ALSO 4.0 (Automated Laser Scanner Operations), cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Il budget è di 734.106 euro (importo finanziato 475.927) per una durata di 27 mesi. Il referente scientifico per il DPIA è il prof. Pietro Romano, ingegnere gestionale ed esperto di lean management. Le attività del progetto rientrano in una delle priorità del Programma Operativo Regionale, Obiettivo «Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione» 2014-2020 ovvero l'Asse 1 – “Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione”, Azione 1.3 – “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”.

Il progetto ALSO 4.0, avviato il I° febbraio 2020, è incentrato sulla ricerca e sviluppo di sistemi di rilievo optoelettronici basati sulla tecnologia LASER al fine di realizzare un prototipo funzionante per il controllo in fase e la misurazione tridimensionale di blocchi e sezioni di navi.

La tecnologia sviluppata avrà come obiettivo la digitalizzazione dei processi manuali di verifica della conformità dimensionale e geometrica dei blocchi di scafo e delle sezioni di montaggio, e successivamente la verifica della planarità delle superfici e di conformità dimensionale dei manufatti speciali e dei componenti.

Il progetto contribuirà a migliorare le prestazioni del sistema produttivo e della progettazione attraverso una significativa riduzione del tempo complessivo di rilievo e di elaborazione dei dati, la possibilità di dare feed-back e correzioni ai reparti a monte in tempo reale, la produzione e fruizione dei report digitali di collaudo, anche a vantaggio di attività di analisi e di miglioramento.
I partner del progetto sono Fincantieri S.p.A. (Capofila), Marinelab doo, Studio Zerouno S.r.l., Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste.